Alberto Balestreri - Dottore Commercialista e Revisore Contabile
All, Performance di banche ed intermediari finanziari, Compliance

Corporate Governance e banche

2006-04-01
ALBERTO BALESTRERI

Il Comitato di Basilea ha recentemente pubblicato un documento che dovrebbe interessare non poco tutti coloro che si occupano di corporate governance nel settore finanziario. Il documento, che si intitola "Enhancing corporate governance for banking organisations" e che è possibile scaricare direttamente dal sito della Banca dei Regolamenti Internazionali al seguente link: http://www.bis.org/publ/bcbs122.pdf , propone una revisione molto accurata di un precedente documento edito nel 1999. Senza voler anticiparne i contenuti, è utile far rilevare che il tema della corporate governance nel settore finanziario ha poco a che fare con i tradizionali temi di governance associati alle imprese quotate e con l'introduzione, nel settore finanziario, di Basilea2. Una buona governance, invece, deve assicurare una gestione degli intermediari finanziari molto performante sia sotto il profilo della compliance che dell'efficienza aziendale (costi compresi), senza mai dimenticare che il principale stakeholder di un intermediario finanziario è rappresentato dall'insieme dei suoi depositanti.

All, PMI, Human Capital, Risk Management

Capacità  cognitive

2006-03-29
ALBERTO BALESTRERI

Grazie ad un articolo di Matteo Motterlini comparso sull'inserto domenicale del 26 marzo 2007 del Sole 24 Ore abbiamo potuto recuperare su Internet, e leggere con molto con piacere in viaggio, l'articolo di Shane Frederick citato da Motterlini ed intitolato "Cognitive Reflection and Decision Making", che potete liberamente scaricare al seguente link: http://www.mit.edu/people/shanefre/CRT.pdf. L'autore introduce e spiega un semplice test, costituito da tre domande e denominato Cognitive Reflection Test (CRT), che è possibile utilizzare per comprendere la capacità  di adottare operazioni mentali che richiedano "...sforzo, motivazione, concentrazione e l'esecuzione di regole predefinite.". Sulla base dei circa quattromila test individuali raccolti dall'Autore sono state sviluppate alcune interessanti considerazioni in merito alle preferenze temporali, alla propensione al rischio ed alle differenze di genere dei rispondenti. Inoltre il CRT è da considerarsi predittivo di alcuni dei principali test utilizzati nelle scuole e nelle università  statunitensi. Ne proponiamo la lettura a tutti coloro che si occupano di gestione dei rischi operativi e di investimenti in capitale umano o in start-up nelle quali il capitale umano assuma un ruolo centrale.

All, Basilea III & IV, Risk Management, Compliance

Compliance e banche

2006-03-23
ALBERTO BALESTRERI
La Banca dei Regolamenti internazionali ha recentemente pubblicato un articolo del prof. Arnold Schilder concernente la compliance nelle banche. Consigliamo la lettura di questo speech del prof. Schilder per i seguenti motivi: a) viene evidenziato con chiarezza il contenuto della compliance per il settore bancario; b) viene individuata una serie di drivers connessa alle problematiche di compliance; c) viene esaminato il recente caso statunitense di ABN-AMRO; d) pone importanti distinzioni tra le problematiche di compliance e quelle tipiche di Basilea 2. E' possibile scaricare l'articolo (che è in formato pdf ed in lingua inglese) al seguente link: http://www.bis.org/review/r060322d.pdf . Commenti ed opinioni sono i benvenuti....
All, Normativa bancaria e finanziaria

Market Abuse: fonti normative

2006-03-22
ALBERTO BALESTRERI
La nuova normativa è stata introdotta con la Legge 18 aprile 2005, n. 62 "Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunità europee. Legge comunitaria 2004". In particolare, l'art. 9 della suddetta legge che ha introdotto importanti modifiche nel Testo Unico della Finanza (decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58). La'rt. 9, infatti, recepisce le direttive: a) 2003/6/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 28 gennaio 2003, relativa all'abuso di informazioni privilegiate e alla manipolazione del mercato - abusi di mercato; b) della Commissione di attuazione 2003/124/CE, 2003/125/CE e 2004/72/CE. In attuazione delle deleghe contenute nel citato art. 9, la CONSOB ha adottato due principali delibere: a) la delibera n. 15233 del 29 novembre 2005, che ha introdotto importanti modifiche nel Regolamento CONSOB 11768 (disciplina dei mercati); b) delibera n. 15232 del 29 novembre 2005 che ha introdotto importanti modifiche nel. Regolamento CONSOB 11971 (disciplina degli emittenti). Nessuna modifica, invece, è stata apportata al Regolamento CONSOB 11522 (disciplina degli intermediari). La CONSOB, inoltre, ha diffuso la comunicazione n. DME/5078692 del 29 novembre 2005 concernente "esempi di manipolazione di mercato". La legge n. 262 del 28 dicembre 2005 ha introdotto ulteriori modifiche al TUF.
All

Presentazione del sito

2006-03-20
ALBERTO BALESTRERI
Questo sito è dedicato, senza alcuna finalità  di lucro, a condividere con coloro che ci leggono riflessioni ed esperienze relative ad alcune attività dello Studio Balestreri. L'obiettivo è  mettere a disposizione di coloro che partecipano alle diverse sezioni riflessioni e materiali utili per la vita dell'impresa, per le attività  di ricerca o per lo sviluppo della professione. Il sito, inoltre, vuole costituire un utile punto di incontro fra esperti di queste materie per stimolare nuove riflessioni e critiche costruttive. L'accesso è  libero per tutti, previa registrazione della propria mail e di una password.